Mostazzolo ducale


È noto nei ricettari cinquecenteschi come “mostazzolo alla milanese”.

Per la sua particolare consistenza, che potremmo accostare all’odierno “pan di Spagna” biscottato, veniva spesso sbriciolato nel composto delle torte di frutta per assorbirne l’umidità; veniva anche inzuppato in malvasia, vino dolce o passito all’inizio dei pasti, nei “ servizii di credenza”. Molto semplice negl’ingredienti, il “Mostazzolo ducale” è persistente in bocca grazie alla qualità delle materie prime con le quali viene preparato; farina macinata a pietra , zucchero di canna biologici, uova fresche, semi d’anice. Come avveniva nei banchetti del Rinascimento, questo biscotto dà il suo meglio nel palato se accompagnato da un vino dolce o passito.

Il prodotto è commercializzato in confezioni da 200g

 

 

 

 

 

 

 

 

Because of its special texture – similar to today’s sponge cake – this sweet was often used as a crumble for fruit crumbles because it absorbed the juices. It is made of very basic ingredients – stone-ground flour, organic brown sugar, fresh eggs and aniseeds – but has a full persistent flavor due to the excellence of its ingredients. This sweet gives its all if accompanied by a sweet wine as was the custom in the Renaissance.
Product comes in 150g packets.

Lascia un commento